Disturbi d'ansia

Ansia sociale

Negli articoli utilizzo il maschile per comodità, ma ciò che leggi vale sia per gli uomini che per le donne. Tutto quello che leggi è a puro scopo informativo e non sostituisce il parere di un medico. In qualità di affiliato amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei.

Ansia sociale (fobia sociale) che cos’è?

 

La principale caratteristica dell’ansia sociale (fobia sociale) è la paura di agire di fronte agli altri, di farlo in modo umiliante o imbarazzante e di conseguenza di ricevere giudizi negativi. Questo disturbo può far si che la persona che ne soffre, evita la grande maggioranza delle situazioni sociali, per paura di avere comportamenti sbagliati e quindi di venire giudicato male. L’ansia sociale è una marcata paura che la persona sperimenta in situazioni sociali, in cui c’è la possibilità di essere giudicato dagli altri e di conseguenza la persona ha paura di risultare ridicolo.

Le situazioni che più vengono temute, di solito, sono quelle in cui la persona deve fare qualcosa davanti agli altri: parlare, telefonare, mangiare, alle volte anche solo entrare in una sala dove sono tutti seduti può portare a provare ansia sociale.

 

ansia sociale

 

Ansia sociale (fobia sociale) caratteristiche

Chi soffre di ansia sociale ha paura di mostrare agli altri il proprio disturbo e ha paura di farsi vedere ansioso, i segni tangibili possono essere: diventare rossi in faccia, balbettare, sudare, avere il batticuore e/o non riuscire a parlare.

L’ansia sociale, se non viene trattata, rimane cronica e stabile e può portare la persona a diventare depressa. Solitamente esordisce nell’adolescenza o nella prima età adulta.

 

Sintomi dell’ansia sociale

  • Ansia e/o paura che si manifestano in più situazioni sociali, in cui la persona è esposta al giudizio degli altri
  • La persona ha paura di comportarsi in modo sbagliato e quindi ha paura di venire giudicato e criticato
  • Le situazioni che la persona teme vengono vissute con ansia e paura
  • La persona che soffre di ansia sociale cerca di evitare le situazioni sociali oppure le vive, ma le vive con estrema ansia e paura
  • L’ansia e la paura sono estremamente sproporzionate rispetto alla situazione che la persona deve affrontare
  • Se per sei mesi o più persistono ansia, paura e/o l’evitamento
  • Palpitazioni
  • Tremori
  • Sudare
  • Secchezza delle fauci
  • Nausea
  • Tensione muscolare
  • Vampate di calore e arrossamento del viso
  • Mal di testa

Come già detto sintomi dell’ansia sociale (fobia sociale) nascono dalla paura di essere osservati mentre si sta facendo qualcosa o di trovarsi in situazioni sociali.

I sintomi dell’ansia sociale (fobia sociale) possono portare la persona a evitare di bere, mangiare o scrivere in pubblico per paura che gli altri possano vedere che le sue mani tremano.

 

ansia sociale

 

Ansia anticipatoria

L’ansia anticipatoria è un’altra caratteristica di questo disturbo. Prima che l’evento accada la persona inizia a preoccuparsi e ,in molti casi, riconosce che che la sua preoccupazione non ha motivo di esistere. Rendendosi conto, quando è lontano dall’evento, che le sue preoccupazioni sono eccessive , la persona si colpevolizza ulteriormente per i sintomi dell’ansia sociale e per i suoi comportamenti evitanti.

 

Cause dell’ansia sociale

Le cause dell’ansia sociale possono essere dovute da vari motivi:

  • Il carattere, l’indole di una persona possono portare all’insorgenza del disturbo d’ansia sociale, ad esempio una persona che ha una forte tendenza a bloccare certi comportamenti o è molto influenzabile dal giudizio degli altri è più portata a sviluppare questo disturbo
  • I bambini che sono vissuti che genitori ansiosi hanno più possibilità di sviluppare il disturbo d’ansia sociale
  • Episodi traumatici o maltrattamenti subiti nell’infanzia non causano il disturbo, però possono essere fattori di rischio perché esso di sviluppi

La predisposizione genetica non sempre fa si che il disturbo d’ansia sociale si sviluppi, ad esempio se un bambino molto predisposto a questo disturbo, vive in un ambiente in cui non ci sono le condizioni per cui si possa manifestare, esso non si manifesta.

L’età media in cui solitamente esordisce il disturbo d’ansia sociale è tra gli 8 e i 15 anni. Può insorgere dopo aver subito un’evento umiliante o può insorgere gradualmente.

 

ansia sociale

 

Diagnosi del disturbo d’ansia sociale (fobia sociale)

Il disturbo d’ansia sociale provoca una forte compromissione del normale funzionamento individuale, e questo non è imputabile ad un’altra condizione medica o all’uso di qualche sostanza. Questo disturbo può presentarsi esclusivamente in un solo ambito sociale oppure in più ambiti. La persona che soffre di questo disturbo in pubblico è molto riservato, teme il confronto sociale, parla a voce bassa, non ama parlare di sé, non ama ne fare e ne ricevere complimenti.

La persona che soffre di disturbo di ansia sociale solitamente sceglie dei lavori non a contatto con il pubblico e tende, proprio per colpa di questo disturbo, a limitare le proprie capacità e potenzialità. Chi soffre d’ansia sociale, solitamente, vive a casa con i genitori molto più a lungo rispetto a chi non ne soffre e, generalmente, può fare uso di sostanze per auto medicarsi. Ad esempio può assumere alcol prima di affrontare una situazione che per lui risulta ansiogena.

La persona che soffre di ansia sociale (fobia sociale), soffre di attacchi di panico, che avvengono sempre in occasione di determinate situazioni sociali, in cui essa teme il giudizio degli altri. In questo disturbo la persona mantiene un buon giudizio rispetto le sue convinzioni, infatti sa perfettamente che l’ansia sociale che vive in un determinato contesto è sproporzionata rispetto a alla realtà delle cose.

Certamente, per effettuare una corretta diagnosi del disturbo d’ansia sociale, bisogna affidarsi ad un terapista esperto nel settore.

Si possono distinguere due tipi di fobia sociale:

  1. Semplice, cioè quando la persona vive l’ansia sociale esclusivamente in una o comunque poche situazioni
  2. Generalizzata, cioè quando la persona vive l’ansia sociale praticamente sempre, in qualsiasi tipo di situazione sociale

 

ansia sociale

 

Differenza tra timidezza

La timidezza non è un disturbo e tanto meno è una patologia. La timidezza è un tratto caratteriale di una persona che la rende maggiormente riservata e sensibile. Una persona timida fa fatica a mostrarsi agli altri. Non tutte le persone timide sono uguali.

Il periodo in cui si presenta la timidezza è sicuramente l’adolescenza. Caratteristiche di una persona timida:

  • Difficoltà a parlare in pubblico
  • Sudorazione
  • Tremore
  • Rossore
  • Vergogna del proprio aspetto personale e paura del giudizio degli altri
  • Evita luoghi affollati
  • Tiene per sé i propri pensieri
  • Si relaziona con poche persone

 

La timidezza diventa un problema nel momento in cui interferisce con la vita quotidiana e quando limita il modo in cui si vivono le relazioni. Quando la timidezza porta un lungo malessere mentale e fisico, costringendo la persona a evitare situazioni sociali per paura dei giudizi altrui, allora è il caso di rivolgersi ad un terapista esperto nel settore, perché potrebbe trattarsi di ansia sociale.

 

Ansia sociale del narcisista

Spesso le persone affette dal disturbo narcisistico di personalità soffrono del disturbo di ansia sociale. Questo disturbo dipende dalla loro ipersensibilità, che ne deriva dal giudizio negativo che gli altri hanno nei loro confronti. I narcisisti patologici manifestano un’elevata preoccupazione per le critiche sulle loro performance e sui loro presunti difetti fisici. Questa ansia sociale che provano, porta alla luce le loro fragilità, che cercano di nascondere dietro una maschera di superiorità. Nel momento in cui non ricevono l’ammirazione e l’approvazione che pensano di meritare la loro maschera cade e viene fuori il loro grande e doloroso senso di inadeguatezza. Molto spesso i narcisisti patologici fanno uso di sostanze stupefacenti ( soprattutto cocaina e alcol) questo gli consente di ottenere velocemente un senso di sollievo dai loro stati d’animo negativi. In questo modo viene ripristinato il loro stato mentale di grandiosità. Se vuoi saperne di più sul disturbo narcisistico di personalità puoi leggere questo https://mypsycho.it/disturbo-narcisistico-di-personalita/

 

Ansia sociale cura

La psicoterapia cognitivo comportamentale, come per gli altri disturbi d’ansia, è solitamente molto efficace per la cura dell’ansia sociale.

Psicoterapia per l’ansia sociale

La psicoterapia cognitivo comportamentale è basata sul trattamento del sintomo. Mira a modificare tutti i pensieri disfunzionali, e ad offrire alla persona abilità e capacità migliori per affrontare determinate situazioni.

La cura dell’ansia sociale mira a modificare certi pensieri e ad insegnare alla persona a gestire al meglio le situazioni sociali.

Alla terapia cognitivo comportamentale si può associare una terapia farmaceutica, che però non è molto efficace. Solitamente la cura farmacologica consiste nell’assumere antidepressivi e benzodiazepine.

 

ansia sociale

 

In conclusione, chi soffre del disturbo di ansia sociale, vive una forte agitazione nelle situazioni in cui può essere giudicato da qualcun altro. Questa agitazione la prova già prima di trovarsi nella situazione che spaventa: questa si chiama ansia anticipatoria. La persona che vive l’ansia sociale può arrivare ad isolarsi e ad evitare tutte quelle situazioni che teme, in questo caso perde amicizie, contatti e può peggiorare drasticamente la sua vita lavorativa e in generale la qualità della sua vita. Questo comportamento, che porta la persona ad isolarsi sempre più, non è desiderato dalla persona ma è una reazione messa in atto per proteggersi dal malessere che proverebbe mostrandosi. Tutto questo, molto spesso, provoca rabbia e depressione. Purtroppo solo poche persone che vivono questo disturbo chiedono aiuto e solitamente succede molti anni dopo che il disturbo si è palesato.

Psicoterapia online https://mypsycho.it/psicologo-online/

Ho seguito questo corso su come affrontare e combattere l’ansia con le tecniche di respirazione. L’ho trovato molto, molto utile. Puoi seguire 5 lezioni gratuitamente e poi decidere se fa al caso tuo https://corsi.it/corso/come-combattere-ansia-usando-le-tecniche-di-respirazione?ap_id=2994590

Un altro corso che ho seguito e che ritengo davvero ottimo è questo: “Come diventare padrone delle tue emozioni”.  Con questo corso si impara a comandare il proprio stato emotivo, i propri pensieri e a generare emozioni positive qualsiasi cosa accada attorno a noi. Ci sono 3 video lezioni gratuite e poi puoi decidere se fa al caso tuo o no, ma ti assicuro che ne rimarrai assolutamente entusiasta https://corsi.it/corso/diventa-padrone-delle-tue-emozioni-grazie-allalchimia-interiore?ap_id=2994590

Rimedi naturali per stress, ansia e sonno https://mypsycho.it/rimedi-naturali-per-ansia-stress-e-sonno/

Stop all’ansia sociale. Strategie per affrontare e gestire la timidezza https://amzn.to/3Np7IQb

Letture consigliate https://mypsycho.it/libri-consigliati/

Visualizzazioni: 18

Non perderti nessun articolo!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *