stop attacchi di panico
Disturbi d'ansia

Attacchi di panico cosa fare

Negli articoli utilizzo il maschile per comodità, ma ciò che leggi vale sia per gli uomini che per le donne. Tutto quello che leggi è a puro scopo informativo e non sostituisce il parere di un medico. In qualità di affiliato amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei.

Cosa sono gli attacchi di panico?

Attacchi di panico cosa fare?

Gli attacchi di panico sono momenti di intensa ed improvvisa paura, oppure di un progressivo aumento di intensità dell’ansia presente normalmente.

Attacchi di panico sintomi:

  • Vertigini
  • Palpitazioni
  • Sudorazione improvvisa
  • Tremore
  • Sensazione di soffocamento
  • Dolore al petto
  • Nausea
  • Vampate di calore
  • Brividi
  • Paura di morire o paura d’impazzire
  • Sensazioni di intorpidimento o formicolio

 

Chi ha provato gli attacchi di panico almeno una volta, vive con la costante paura di subirne un altro, e gli descrive come qualcosa di improvviso e terribile. Purtroppo il singolo episodio diventa facilmente un vero e proprio disturbo di panico, più per la paura di riviverlo che per altro. La persona si ritrova dentro un terribile circolo vizioso che la porta ad avere ansia nell’essere in situazioni o luoghi dai quali sarebbe imbarazzante e difficile andarsene in caso di una crisi di panico.

Con la costante paura di rivivere l’evento, diventa difficile uscire di casa da soli, viaggiare in autobus, in auto, in treno e stare in mezzo alla gente.

La persona cerca di evitare tutte le situazioni che potrebbero portare ansia e così diventa schiavo del suo panico. Può costringere i famigliari e gli amici a non lasciarlo mai solo, e questo fatto potrebbe portarlo in un secondo momento a soffrire di depressione secondaria, per il fatto che non riesce più a fare nulla da solo e deve dipendere dagli altri nonostante sia adulto e vaccinato.

 

Disturbo di panico caratteristiche

  • Presenza di attacchi di panico inaspettati e ricorrenti, seguiti da almeno un mese di persistente preoccupazione di averne un altro.
  • La persona cambia il proprio comportamento e si preoccupa delle possibili conseguenze e implicazioni che gli attacchi d’ansia possono avere. In poche parole evita tutte le situazioni in cui ha paura che essi si possano ripetere.

Generalmente la prima volta che l’attacco di panico si presenta è inaspettato, tant’è che la persona che lo subisce si spaventa a tal punto che, spesso, va al pronto soccorso. Quelli che poi si susseguiranno diventano un po’ più prevedibili.

 

Disturbo di panico diagnosi

  • Almeno due attacchi di panico inaspettati, anche se la maggior parte delle persone ne subiscono molti di più.
  • Chi soffre di disturbo di panico mostra preoccupazioni sulle conseguenze degli attacchi di panico.
  • La paura per il prossimo attacco sono associate a comportamenti di evitamento delle situazioni che potrebbero provocarlo.

Gli attacchi di panico, solitamente si presentano in periodi più stressanti. Alcuni eventi che li possono scatenare sono:

  • Matrimonio o convivenza
  • Separazione
  • Perdita o malattia di una persona cara
  • Essere vittima di qualche tipo di violenza
  • Problemi di lavoro
  • Problemi finanziari

Quando insorge l’attacco di panico la persona è pervasa da pensieri incontrollati e catastrofici.

 

Attacchi di panico cosa fare

La persona che sta vivendo un attacco di panico deve:

  1. Conoscere il disturbo e focalizzarsi sul fatto che, nella maggior parte dei casi, il panico che si prova non è assolutamente collegato a reali pericoli.
  2. Fare una pausa.
  3. Rilassarsi cercando di rallentare il ritmo del respiro.
  4. Cercare di controllare i pensieri.
  5. Cercare di spostare l’attenzione, concentrarsi su situazioni e pensieri positivi.

Se invece state assistendo ad un attacco di panico vissuto da un’altra persona dovete prima di tutto valutare e riconoscere la situazione.

Osservare i sintomi:

  • Se ha palpitazioni e dolore al petto
  • Se il battito cardiaco è accelerato
  • Se respira molto rapidamente
  • Se ha mal di testa, mal di schiena
  • Se trema
  • Se suda
  • Se ha la bocca asciutta
  • Se ha difficoltà a deglutire
  • Se ha nausea e/o crampi addominali
  • Se ha vertigini o sensazione di svenire
  • Se ha vampate di calore o brividi

Se è la prima volta che soffre di un attacco di panico la cosa migliore è ricorrere al pronto soccorso, i sintomi dell’attacco di panico sono simili ai sintomi di un attacco di cuore e per questo è sempre meglio ricorrere alle cure ospedaliere.

 

E’ molto importante scoprire la causa dell’attacco di panico

Bisogna parlare alla persona che non sta bene, se non è la prima volta che soffre di un attacco di panico saprà sicuramente riconoscerlo e quindi se ha bisogno di cure mediche immediate. Purtroppo molti attacchi non hanno una chiara causa e quindi se la persona non sa perché gli sta succedendo, dobbiamo prenderne atto e non insistere per non rischiare di peggiorare il suo stato.

 

Attacchi di panico cosa fare

  1. Parlare in modo rassicurante
  2. Mettere la persona al sicuro, portarla in una zona più tranquilla, meglio se all’aperto. Non bisogna mai toccare una persona che sta vivendo un attacco di panico senza il suo consenso.
  3. Assolutamente non sminuire o negare le sue paure. Il meglio che possiamo fare in quel momento e stare con la persona e fronteggiare la crisi assieme.
  4. Dare empatia e supporto emotivo, ad esempio dicendogli: “so che sei preoccupato, ma io sono qua con te, andrà tutto bene”
  5. Non giudicare in nessun modo, ascoltiamola semplicemente e lasciamola parlare.
  6. Aiutarla con la respirazione, controllare la respirazione può aiutare ad alleviare i sintomi.
  7. Non lasciare sola la persona
  8. Aspettare che la crisi passi

 

Attacchi di panico gravi

In caso di un attacco di panico grave, se i sintomi non diminuiscono entro poche ore bisogna assolutamente contattare un medico.

In conclusione chi soffre di attacchi di panico ricorrenti dovrebbe farsi seguire da uno psicoterapeuta, gli attacchi non sono altro che manifestazioni d’ansia. Gli attacchi di panico possono incidere negativamente sulla qualità della vita di chi ne soffre, la cosa migliore è affrontare il problema e farsi aiutare da un medico.

 

Puoi ascoltare per trenta giorni gratuitamente vari audiolibri, quando stai facendo altro e non hai tempo di leggere puoi semplicemente ascoltare. Ne ho selezionati quattro che ho trovato molto interessanti, ma hai una vastissima scelta. Buon ascolto!
https://mypsycho.it/audible/

 

Psicoterapia online https://mypsycho.it/psicologo-online/

 

Ho seguito questo corso su come affrontare e combattere l’ansia con le tecniche di respirazione. L’ho trovato molto, molto utile. Puoi seguire 5 lezioni gratuitamente e poi decidere se fa al caso tuo https://corsi.it/corso/come-combattere-ansia-usando-le-tecniche-di-respirazione?ap_id=2994590

 

Un altro corso che ho seguito e che ritengo davvero ottimo è questo: “Come diventare padrone delle tue emozioni”.  Con questo corso si impara a comandare il proprio stato emotivo, i propri pensieri e a generare emozioni positive qualsiasi cosa accada attorno a noi. Ci sono 3 video lezioni gratuite e poi puoi decidere se fa al caso tuo o no, ma ti assicuro che ne rimarrai assolutamente entusiasta https://corsi.it/corso/diventa-padrone-delle-tue-emozioni-grazie-allalchimia-interiore?ap_id=2994590

 

Rimedi naturali per stress, ansia e sonno https://mypsycho.it/rimedi-naturali-per-ansia-stress-e-sonno/

 

Letture e corsi consigliati https://mypsycho.it/libri-consigliati/

 

Che cosa sono le costellazioni familiari https://mypsycho.it/costellazioni-familiari/

 

Ascolta il mio podcast https://spotifyanchor-web.app.link/e/QRlBNlwexvb

Filosofia Ayurvedica https://mypsycho.it/ayurvedica/

Visualizzazioni: 2

Non perderti nessun articolo!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *