Disturbi di personalità

La Triangolazione del Narcisista

Negli articoli utilizzo il maschile per comodità, ma ciò che leggi vale sia per gli uomini che per le donne. Tutto quello che leggi è a puro scopo informativo e non sostituisce il parere di un medico. In qualità di affiliato amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei.

La Triangolazione del Narcisista: Significato, Segni e Come Affrontarla

Il termine narcisista si riferisce a una persona che ha un ego sproporzionatamente alto e ha un bisogno costante di attenzione e ammirazione dagli altri. Una delle tattiche che i narcisisti usano per mantenere il controllo sulla loro vittima è la triangolazione. In questo articolo, esploreremo il significato della triangolazione del narcisista, i segni che indicano la sua presenza e come affrontarlo.

Cosa significa la Triangolazione del Narcisista?

La triangolazione del narcisista si riferisce a una strategia manipolativa in cui il narcisista coinvolge una terza persona per creare un conflitto o una dinamica di competizione con la sua vittima. Il narcisista usa la terza persona come un’arma per mettere in dubbio la vittima, minare la sua autostima e creare un senso di inadeguatezza.

Il narcisista sceglie una persona che la vittima conosce, come un amico, un familiare o un collega, e cerca di avvicinarsi a quella persona creando un rapporto intimo e complice. Successivamente, il narcisista inizia a parlare male della vittima alla terza persona, cercando di convincerla che la vittima non è una persona affidabile o degna di fiducia. In questo modo, il narcisista manipola la percezione della terza persona sulla vittima e ottiene il controllo sulla situazione.

Quali sono i Segni della Triangolazione del Narcisista?

La triangolazione del narcisista può essere difficile da individuare perché il narcisista agisce in modo subdolo e manipolativo. Tuttavia, ci sono alcuni segni che possono indicare la presenza della triangolazione:

1. Il narcisista parla costantemente di una terza persona

Se il narcisista parla costantemente di una terza persona, cercando di convincere la vittima che questa persona è migliore di lei o che ha qualcosa che la vittima non ha, potrebbe essere un segno di triangolazione.

2. Il narcisista fa complimenti alla terza persona

Il narcisista cerca di avvicinarsi alla terza persona facendole molti complimenti e dimostrando di essere interessato ai suoi interessi e alle sue attività. In questo modo, il narcisista cerca di creare un legame intimo e di confidenza con la terza persona.

3. Il narcisista critica la vittima alla terza persona

Il narcisista cerca di convincere la terza persona che la vittima non è una persona affidabile. Il narcisista cerca di far credere alla terza persona che la vittima ha un comportamento inappropriato, che ha dei problemi di salute mentale o che non è in grado di svolgere il proprio lavoro.

4. Il narcisista crea conflitti tra la vittima e la terza persona

Una delle tecniche manipolative utilizzate dal narcisista nella triangolazione è quella di creare conflitti tra la vittima e la terza persona coinvolta. Il narcisista può manipolare la comunicazione tra le due parti, diffondere informazioni false o fuorvianti, e spingere la vittima a dubitare della terza persona o a sentirsi in competizione con lei.

In questo modo, il narcisista alimenta il proprio bisogno di attenzione e di conferma, utilizzando la vittima come strumento per soddisfare i propri desideri. Questo può avere conseguenze gravi per la vittima, che può sentirsi confusa, isolata e incapace di agire.

Per proteggere se stessi dalla triangolazione del narcisista, è importante sviluppare un’attenzione critica verso la comunicazione e le informazioni ricevute. Imparare a riconoscere le tecniche manipolative utilizzate dal narcisista e a gestire le emozioni che ne derivano può aiutare a prevenire i danni causati dalla triangolazione del narcisista.

Come Affrontare la Triangolazione del Narcisista?

Se ti trovi in una situazione di triangolazione con un narcisista, ci sono alcune strategie che puoi utilizzare per affrontarlo:

1. Riconosci la situazione

Il primo passo per affrontare la triangolazione del narcisista è riconoscere la situazione. Se ti rendi conto che il narcisista sta cercando di creare un conflitto tra te e una terza persona, puoi mettere in atto alcune strategie per prevenire la situazione.

2. Non cadere nella trappola

Non cadere nella trappola del narcisista. Non reagire alle provocazioni del narcisista e non permettere che le sue parole o le sue azioni influenzino il tuo comportamento. Invece, mantieni la calma e la compostezza.

3. Comunica in modo chiaro e assertivo

Comunica in modo chiaro e assertivo con la terza persona coinvolta. Fai capire alla terza persona che sei consapevole delle tattiche manipolative del narcisista e che non sei interessato a competere con lei. Fai capire che il tuo obiettivo è mantenere una relazione pacifica e rispettosa.

4. Cerca supporto

Cerca supporto da amici e familiari di cui ti fidi. Parla loro della situazione e chiedi loro di essere al tuo fianco. In questo modo, avrai il supporto di persone che ti vogliono bene e che possono aiutarti a superare questa difficile situazione.

La triangolazione del narcisista è un comportamento comune?

Sì, la triangolazione del narcisista è un comportamento comune tra i narcisisti. È una tattica manipolativa che usa per mantenere il controllo sulla vittima.

Posso evitare la triangolazione del narcisista?

Puoi evitare la triangolazione del narcisista se riconosci i segni e le tattiche manipolative utilizzate dal narcisista. Mantenere una comunicazione chiara e assertiva con la terza persona coinvolta e cercare supporto da amici e familiari sono alcune delle strategie che puoi utilizzare per evitare la triangolazione del narcisista.

Quali sono gli effetti a lungo termine della triangolazione del narcisista?

La triangolazione del narcisista può causare gravi danni alla salute mentale e all’autostima della vittima. Può portare a problemi di depressione, ansia e disturbi dell’umore.

Come posso proteggere la mia autostima dalla triangolazione del narcisista?

Per proteggere la tua autostima dalla triangolazione del narcisista, devi innanzitutto riconoscere la situazione e non permettere al narcisista di controllare le tue emozioni. Inoltre, devi lavorare sulla tua autostima, riconoscere il tuo valore e le tue qualità positive. Cerca di concentrarti sui tuoi obiettivi e sulle tue passioni, e di non lasciarti distrarre dalle provocazioni del narcisista.

Cosa posso fare se sono coinvolto in una triangolazione con un narcisista sul posto di lavoro?

Se sei coinvolto in una triangolazione con un narcisista sul posto di lavoro, puoi cercare supporto da un collega o da un superiore di cui ti fidi. Parla loro della situazione e chiedi il loro aiuto per risolvere la questione. Inoltre, cerca di mantenere una comunicazione professionale e rispettosa con il narcisista, evitando di farti coinvolgere in conflitti.

Cosa succede se non riesco a evitare la triangolazione del narcisista?

Se non riesci ad evitare la triangolazione del narcisista, è importante cercare supporto da un professionista della salute mentale. Un terapeuta o uno psicologo possono aiutarti ad affrontare la situazione e a sviluppare strategie per proteggere la tua autostima e la tua salute mentale.

Posso avere una relazione sana con un narcisista?

È impossibile avere una relazione sana con un narcisista, poiché il suo comportamento manipolativo può causare gravi danni alla tua salute mentale e all’autostima. Se sei coinvolto in una relazione con un narcisista, puoi cercare supporto da un professionista della salute mentale per aiutarti a gestire la situazione e sviluppare strategie per proteggere la tua autostima e la tua salute mentale.

Conclusioni

La triangolazione del narcisista è una tecnica manipolativa utilizzata dai narcisisti per controllare gli altri e alimentare il loro bisogno di attenzione e di conferma. Questa tecnica può causare gravi danni all’autostima e alla salute mentale delle vittime, che possono sentirsi confusi, manipolati e incapaci di agire.

Tuttavia, riconoscere la triangolazione del narcisista è il primo passo per proteggere la propria autostima e la propria salute mentale. Imparare a riconoscere i segnali di questa tecnica manipolativa e sviluppare strategie per gestire la situazione può aiutare a prevenire i danni causati dalla triangolazione del narcisista.

Se ti trovi coinvolto in una triangolazione con un narcisista, non esitare a cercare supporto da un professionista della salute mentale. Un terapeuta o uno psicologo possono aiutarti a comprendere la situazione e a sviluppare strategie per proteggere la tua autostima e la tua salute mentale.

Forum di supporto https://mypsycho.it/forum-di-supporto/

 

 

Corsi crescita personale https://mypsycho.it/corsi-crescita-personale-online/

 

Come porre fine ad una relazione che fa soffrire https://corsi.it/corso/come-chiudere-una-relazione-che-fa-soffrire-3-passi-verso-la-felicita?ap_id=2994590

 

Puoi ascoltare per trenta giorni gratuitamente vari audiolibri, quando stai facendo altro e non hai tempo di leggere puoi semplicemente ascoltare. Ne ho selezionati quattro che ho trovato molto interessanti, ma hai una vastissima scelta. Buon ascolto! https://mypsycho.it/audible/

Cosa sono e a cosa servono le costellazioni familiarihttps://corsi.it/corso/corso-di-costellazioni-familiari?ap_id=2994590

 

Rimedi naturali per stress, ansia e sonno https://mypsycho.it/rimedi-naturali-per-ansia-stress-e-sonno/

 

Masturbazione femminile, perché è ancora un tabù? https://mypsycho.it/masturbazione-femminile/

Visualizzazioni: 57

Non perderti nessun articolo!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

2 Comments

  • Mariella

    mia figlia è vittima da 5 anni di un narcisista manipolatore della peggiore specie. Si è avvalso della terapeuta di mia figlia da cui aveva iniziato ad andare anche lui, per lasciarla , e qualche giorno prima che accadesse, mia figlia l’aveva contattata per farsi aiutare a gestire l’ansia causata dai tentennamenti di lui… non ti amo, non so, tu sei questo, tu sei quello etc. Morale della storia la terapeuta si è accanita duramente contro di lei concludendo che doveva smettere di piangere, che deve crescere e che lei lo soffocava. Poverino. Lo ha definito poverino!! Lo stesso poverino che per 5 anni ha demolito, schiacciato minato l’autostima e la fiducia di una ragazza innamorata che si è fatta bastare briciole contraccambiata solo con assenze e tradimenti.
    Dubitiamo fortemente che lui abbia operato una triangolazione con la terapista anche se ci sembra impossibile che una professionista abbia potuto comportarsi in maniera così poco etica

    • febe

      Buongiorno Mariella, prima di tutto voglio esprimere la mia vicinanza a lei e a sua figlia. Purtroppo, come in tutti i campi, ci sono terapeuti che fanno bene il loro lavoro e che hanno empatia verso i propri “pazienti” e altri che non sono in grado di svolgere il loro lavoro. Quindi potrebbe benissimo essere che la terapeuta si sia fatta “abbindolare”. Il mio consiglio è quello di trovare un’altra terapeuta che possa aiutare con empatia sua figlia. Vi auguro di trovare al più presto la serenità che meritate. Un abbraccio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *