Persone violente

Violenza sessuale

Negli articoli utilizzo il maschile per comodità, ma ciò che leggi vale sia per gli uomini che per le donne. Tutto quello che leggi è a puro scopo informativo e non sostituisce il parere di un medico. In qualità di affiliato amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei.

violenza sessuale

Violenza sessuale

La violenza sessuale è un crimine che viene commesso da chi usa la forza, la propria autorità o un mezzo di sopraffazione per imporre, con atti di prevaricazione o minacce, a subire o a compiere atti sessuali contro la propria volontà.

La violenza sessuale è un grave crimine.

 

Effetti sulla vittima

Effetti fisici 

Reazioni somatiche più comuni:

  • Tensione muscolo-scheletrica
  • Irritabilità gastro-intestinale
  • Disturbi genito-urinari
  • Nelle donne aumentano i rischi di gravidanze non desiderate, di aborti indotti, nascite premature e danni al feto
  • Problemi ginecologici e infezioni

Effetti psicologici

Le reazioni ad una violenza sessuale cambiano e sono specifiche a seconda del tipo di violenza.

La persona che ha subito violenza vive sensazioni di vario genere e non c’è una risposta che va bene per tutti. Ci sono persone che reagiscono immediatamente, invece altre dopo molto tempo, alcune recuperano e altre rimangono traumatizzate.

Subito dopo l’aggressione e nelle prime fasi le persone riferiscono di essere sotto shock, confuse, di essere intorpidite e di avere ansia.

Può succedere che alcune persone neghino l’accaduto oppure lo minimizzano, non riconoscono pienamente l’accaduto. Questo succede più frequentemente quando la vittima conosce l’aggressore.

 

violenza sessuale

 

Questo è successo a me, quando ero una ragazzina il mio primo fidanzato, di cui ero innamoratissima, oltre ad essere violento fisicamente e verbalmente, mi ha violentato più volte.

Voleva sempre avere rapporti orali, in qualsiasi posto e a qualsiasi ora e quando io non volevo mi picchiava e mi obbligava a soddisfarlo. Anche il sesso era un obbligo, se mi rifiutavo erano botte. Alla fine pur di non prenderle facevo sesso senza volerlo, sperando che finisse il prima possibile.

Ci ho messo tempo a capire che quella era una vera e propria violenza sessuale, proprio perchè pensavo “è il mio fidanzato”  non può essere paragonato a chi subisce una violenza sessuale! E’ invece lo è eccome. Non ne ho mai parlato, solo dopo anni sono riuscita ad ammettere quello che mi è successo, poche persone accanto a me lo sanno. Scriverlo apertamente serve a me, e a chi ha subito violenza sessuale, per capire e far capire che non dobbiamo vergognarci e che non siamo noi quelli sbagliati. Chi si deve vergognare ed è assolutamente sbagliato è chi ha abusato sessualmente di noi.

Sono traumi che ti segnano la vita per sempre, ma con un lungo lavoro e l’aiuto di uno psicoterapeuta si può riprendere la propria vita in mano.

 

violenza sessuale

 

I giorni e le settimane che seguono l’aggressione è normale sperimentare emozioni molto intense e imprevedibili. Il ricordo di quello che è accaduto si può ripresentare nella mente e gli incubi non sono rari. Si può avere difficoltà a dormire e a concentrarsi, alcune persone possono presentare sintomi molto gravi e non riescono a parlarne con nessuno, ne amici ne familiari. In questo caso si parla di sindrome acuta da stress. I sintomi possono essere:

  • Sentirsi distaccato e intorpidito, percepire il mondo come strano e irreale.
  • Rivivere l’aggressione (pensieri ossessivi, incubi e ricordi).
  • Crescente ansia.
  • Fatica a ricordare dettagli importanti dell’aggressione.
  • Evitamento di cose e luoghi che ricordano quello che è accaduto.

Altre reazioni possono essere:

  • Il senso di colpa e vergogna, questi sentimenti sono normali, alcune persone che subiscono violenza si sentono in colpa per l’accaduto, succede ancor più frequentemente se l’aggressore è un conoscente o se la famiglia, gli amici o le autorità non credono alla vittima.
  • La rabbia, è un sentimento normale che però se protratto nel tempo può interferire negativamente con il processo di guarigione
  • La depressione, alcune persone che subiscono violenza verbale vivono una fase di depressione grave, ci sono anche persone che purtroppo non riescono a sopportare e si tolgono la vita
  • Problemi sessuali
  • Problemi di alcol, droga e psicofarmaci
  • Problemi relazionali e sociali

La maggior parte delle volte, chi ha subito un trauma, mette in atto delle strategie per cercare di superare il dolore. In alcuni casi però queste strategie sono efficaci in un primo momento per poi diventare dei veri e propri disagi.

  1. Alcol e droghe possono calmare le preoccupazioni e l’ansia, ma con il tempo diminuiscono le energie per affrontare il problema
  2. La minimizzazione dell’accaduto, in questo caso il problema non viene affrontato

Se non si affronta il problema e se non si riceve l’adeguato sostegno possono svilupparsi problemi come:

 

Effetti sui figli nati di conseguenza ad uno stupro

Può succedere che in seguito ad uno stupro una donna rimanga incinta, la vittima così si ritrova a dover scegliere se tenere il figlio, che le ricorderà per sempre quello che le è accaduto, oppure abortire. Il bambino, nato come conseguenza di uno stupro, ha grandi possibilità di rimanere traumatizzato per sempre nel caso in cui venga a sapere il modo in cui è stato concepito. Per evitare che si verifichino queste prospettive infelici è bene che la vittima venga supportata in modo adeguato e che il nascituro venga tutelato, nel caso in cui la donna decida di tenerlo.

 

Colpevolizzazione della vittima di stupro

Molte volte nei casi di violenza sessuale si osserva la colpevolizzazione della vittima, questa è una strategia che viene attuata per capovolgere la situazione. La vittima viene accusata di aver indossato vestiario troppo succinto, di aver avuto dei comportamenti provocatori o di essersi messa in una situazione pericolosa.

 

violenza sessuale

 

La vittima di violenza sessuale non è mai colpevole. La vittima ha sempre il diritto di dire di no, in qualsiasi momento e situazione. Chi obbliga qualcuno a fare sesso è uno stupratore e come tale deve essere punito.

Ci sono molte donne che subiscono ogni giorno violenza sessuale dal marito o dal compagno, questo è STUPRO.

L’amore e il sesso si fanno volontariamente, se il tuo compagno o tuo marito ti obbliga a fare sesso è stupro. 

Se hai subito qualsiasi tipo di violenza sessuale chiedi aiuto ad un amica/o, chiama il 1522 o i carabinieri.

Puoi uscirne, con l’aiuto di uno psicoterapeuta esperto puoi superarlo.

Psicoterapia online https://mypsycho.it/psicologo-online/

Rimedi naturali per stress, ansia e sonno https://mypsycho.it/rimedi-naturali-per-ansia-stress-e-sonno/

Letture consigliate https://mypsycho.it/libri-consigliati/

Visualizzazioni: 0

Non perderti nessun articolo!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *