Emozioni

Rimuginare

Negli articoli utilizzo il maschile per comodità, ma ciò che leggi vale sia per gli uomini che per le donne. Tutto quello che leggi è a puro scopo informativo e non sostituisce il parere di un medico. In qualità di affiliato amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei.

Rimuginare

Rimuginare vuol dire avere un pensiero ansioso caratterizzato dal persistente ricordo di uno o più problemi che ci tormentano o di eventi negativi che potrebbero succedere in futuro, e che quindi potrebbero peggiorare la nostra situazione. Rimuginare ci fa provare ansia, ma è un’ansia moderata, infatti siamo in grado di fronteggiarla. Ma è proprio il fatto di poter fronteggiare l’ansia, che non ci fa smettere di rimuginare e non ci permette di rivolgere le nostre energie verso qualcos’altro.

Rimuginare significa ripetersi in continuazione, mentalmente, quali sono le cose non vanno bene o che da un momento all’altro potrebbe succedere qualcosa di brutto.

Rimuginare fa malissimo.

Pensare sempre a qualcosa sottrae le forze ad altro. Rimuginare porta all’infelicità, ne risente la voglia di godersi la vita, la voglia di sorridere e la concentrazione.

Noi siamo quello che pensiamo, il rimuginare sempre, il pensare sempre in modo negativo ci porta ad immaginare un futuro disastroso.

Rimuginare abbassa la nostra autostima, ci porta ad essere insicuri, a non avere fiducia in noi stessi, ci impedisce di essere felici.

 

Come capiamo se stiamo rimuginando?

Non è semplice capire se si sta rimuginando, soprattutto quando ci siamo dentro.

Per poter capire se si tratta di semplici pensieri o, invece, di rimuginio basta fermarsi ad osservare se si tratta di un martellante e ossessivo turbinio di pensieri che non ci fa trovare una fine, ma ci fa tornare sempre all’inizio, al punto di partenza, oppure se i pensieri sono lineari e una volta pensati finiscono.

Possiamo riconoscere il rimuginio anche se pensiamo in continuazione a eventi negativi e catastrofici senza un valido motivo.

 

Come smettere di rimuginare

  • La prima cosa da fare è rendersi conto di stare rimuginando. E’ necessario prestare attenzione a noi stessi, osserviamo come questi pensieri ci portano fuori dal nostro presente. Nel momento in cui ci accorgiamo di star vivendo un momento in cui rimuginiamo, possiamo impegnarci e riportare la nostra attenzione al presente. Dobbiamo vivere il presente, abituare il nostro cervello a farlo può sembrare difficile, ma con il tempo diventerà un’abitudine, ed è il modo più efficace per interrompere il rimuginio.
  • Dobbiamo chiederci con quali probabilità si verificherà l’evento catastrofico  che temiamo? Non è possibile che quell’evento, così tanto temuto, in realtà si concluderà in maniera non così catastrofica come lo stiamo immaginando? Possiamo anche individuare le possibilità che si nascondono dietro gli eventi che ci spaventano, in questo modo possiamo progettare qualcosa per risolvere il problema.
  • Possiamo tenere un diario, in questo modo è molto più semplice processare i pensieri negativi. Possiamo scrivere i nostri problemi e scrivere le nostre soluzioni, in questo modo sarà più semplice prenderne le distanze e le nostre idee saranno più organizzate.
  • Possiamo pianificare un momento preciso per rimuginare. Un momento della giornata, con un tempo limitato, da dedicare ai pensieri negativi. Questo fa si che non penseremo più, involontariamente, tutto il giorno ai pensieri negativi perché sappiamo che dedicheremo loro del tempo e lo faremo in modo volontario. Fare questo, molto spesso, rende il rimuginio meno intenso e può portare ad una riduzione del tempo che abbiamo stabilito.
  • Eliminiamo i perché del passato. Questi perché non portano nulla di buono. Se continuiamo a pensare ossessivamente a cose accadute nel passato e a chiederci se le cose sarebbero potute andare diversamente, ci facciamo solo del male e perdiamo del tempo prezioso. Impariamo ad accettare ciò che è stato e distacchiamocene.

Molte volte attribuiamo al rimuginare funzioni positive che in realtà non esistono.

 

Quali sono le cause del rimuginare?

Le cause possono essere varie tra cui:

  • La bassa autostima
  • Il desiderio di essere perfetti (atelofobia)
  • L’uso del rimuginio come protezione
  • L’idea che attraverso il rimuginare potremo avere una maggior comprensione della nostra vita
  • Essere vittime di violenza verbale
  • Avere una storia di traumi emotivi e fisici
  • Aver vissuto un evento traumatico recentemente
  • Aver vissuto un forte stress specifico
  • Dover affrontare una paura o una fobia, ad esempio l’ansia sociale

Il rimuginare sempre, soprattutto quando ci sono anche altri sintomi psicologici, può essere segno di una condizione di salute mentale.

Invece il rimuginare occasionalmente non indica un problema mentale serio, è comunque molto importante non sottovalutarlo e cercare di porvi rimedio.

Rivolgiti ad un professionista se non riesci a controllare i tuoi pensieri e non riesci a smettere di rimuginare.

Se i pensieri ripetitivi si ripropongono quotidianamente, se ti rendono difficile concentrarti, se c’è un peggioramento dei sintomi di una malattia di salute mentale diagnosticata, se i pensieri ripetitivi sono anche pensieri di suicidio o di autolesionismo e se per avere il controllo sul rimuginio devi impegnarti in rituali complessi, chiedi aiuto ad un terapista esperto nel settore.

 

Forum di supporto https://mypsycho.it/forum-di-supporto/

 

Puoi ascoltare per trenta giorni gratuitamente vari audiolibri, quando stai facendo altro e non hai tempo di leggere puoi semplicemente ascoltare. Ne ho selezionati quattro che ho trovato molto interessanti, ma hai una vastissima scelta. Buon ascolto!
https://mypsycho.it/audible/

 

Corsi crescita personale consigliati https://mypsycho.it/corsi-crescita-personale-online/

 

Che cosa sono le costellazioni familiari https://mypsycho.it/costellazioni-familiari/

 

Impara una semplice routine che ti insegnerà a migliorare la tua autostima, il tuo umore e la percezione di te https://corsi.it/corso/luce-dentro-trovare-gioia-sempre?search=resilienza&ap_id=2994590

 

Se stai attraversando un brutto momento o se stai facendo fatica a rialzarti da un colpo pesante che la vita ti ha dato questo è il corso che fa per te https://corsi.it/corso/inarrestabile-sviluppare-resilienza?ap_id=2994590

 

Ho seguito questo corso per aumentare l’autostima e devo dire che è molto valido, ci sono 5 video lezioni gratuite. In questo corso scopri cos’è l’autostima, perché è fondamentale per il successo, ma soprattutto come allenarla e farla crescere grazie a semplici esercizi dall’efficacia dimostrata.  https://corsi.it/corso/come-aumentare-lautostima-tecniche-ed-esercizi-che-funzionano-davvero?ap_id=2994590

 

Ti consiglio anche questo video corso fatto davvero bene e molto utile.  “Training autogenotecniche di rilassamento. E’ un video corso molto ben sviluppato, fatto da una psicologa. Molto semplice ma allo stesso tempo molto utile https://corsi.it/corso/corso-di-training-autogeno-tecniche-di-rilassamento?search=stress&ap_id=2994590

 

Rimedi naturali per stress, ansia e sonno https://mypsycho.it/rimedi-naturali-per-ansia-stress-e-sonno/

Filosofia Ayurvedica https://mypsycho.it/ayurvedica/

 

Letture consigliate https://mypsycho.it/libri-consigliati/

 

Masturbazione femminile, perché è ancora un tabù? https://mypsycho.it/masturbazione-femminile/

 

Ascolta il mio podcast https://spotifyanchor-web.app.link/e/QRlBNlwexvb

Visualizzazioni: 6

Non perderti nessun articolo!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *